Ripercussioni psicologiche della violenza domestica sulle donne

violenza-1

Uno dei motivi che mi ha spinto ad aprire questo blog e la relativa pagina Facebook è stato proprio quello di combattere questa grossa piaga mondiale: la violenza sulle donne e la violenza domestica.

Ogni giorno sento di donne maltrattate e uccise. Sento parlare di femminicidio, sento parlare di morte. Ogni volta mi si incrina una parte del cuore.

Sfido chiunque di voi, guardatevi intorno, e ditemi se non avete mai vissuto direttamente o indirettamente, attraverso vostri cari, amicizie o conoscenti, una situazione di violenza domestica sulle donne. Ditemi se non avete mai conosciuto una donna che è stata maltrattata fisicamente o psicologicamente da un uomo.

Nessun* di voi vero?

Queste situazioni sono all’ordine del giorno e io ne sono stanca. Allora ho pensato che cercando di spiegare quali siano le ripercussioni psicologiche di una violenza domestica, magari, forse, riuscirò a sensibilizzare qualcun’altr*…

Andiamo per ordine.

Continua a leggere

Corso di Studi di Genere- testo preso da “IL GENERE: una guida orientativa” e riadattato da Stefano Marullo

Facebook molto spesso è deleterio per il confronto costruttivo ma in qualche rara occasione ti da la possibilità di connetterti con persone meravigliose che condividono le tue stesse battaglie quotidiane e si mettono in gioco.

In una di queste rare occasioni, attraverso la nostra pagina, ho conosciuto Stefano,  attivista femminista che ha scritto due monologhi contro la violenza sulle donne e collabora con il trimestrale Marea . È stato facilitatore all’ultimo seminario dei saperi femministi di Altradimora di Monica Lanfranco ed è scrive in varie riviste e blog occupandosi di femminismo e di parità di genere.

Da qualche tempo ha riadattato il testo de “IL GENERE: una guida orientativa” a cura di Federico Ferrari, Enrico M. Ragaglia e Paolo Rigliano in collaborazione con la Società Italiana di Psicoterapia per lo studio delle Identità Sessuali (Sipsis) che vi consiglio di leggere e di tenervi a portata di mano. Potete scaricare la guida qui.

Affrontiamo spesso il tema sulla Pagina e tempo fa scrissi un pezzo al riguardo  (qui) dove in fondo potete trovare anche il link alle slides del corso “Educare al Genere” di Graziella Priulla.

Proprio per questo ritengo queste pillole siano un’ottima base per avvicinarsi all’argomento e quindi ho deciso di raccoglierle e di pubblicarle qui, poiché credo sia importante che siano trascritte e condivise. Grazie Stefano per il tuo lavoro.

Buona lettura 🙂

Giulia

gender-guida-sipsis-1-jpeg

Continua a leggere

La continua metamorfosi del patriarcato

200_s

Questa settimana ascoltavo dalla bocca di una donna di quanto siamo cattive, in generale, che, oltre a essere invidiose, siamo bugiarde e molto egoiste. Ho cominciato a discutere, ma eravamo in un’atmosfera informale, tra gente amica e, alla fine, ho capito che voleva ascoltare solo se stessa. Ho capito che in questi momenti ritirarsi dalla discussione è una piccola vittoria, perché altrimenti si potrebbe entrare in un circolo infinito. La verità era troppo comoda per continuare con una discussione sterile.
E’ inevitabile, però, che sia tornata sul tema, perché non finiscono mai di sorprendermi gli attacchi gratuiti, che noi donne ci facciamo non solo a livello personale ma anche come gruppo maggioritario della popolazione.
Una delle strategie del patriarcato è reinventarsi e non posiamo evitare di essere socializzate da un ambiente, dove i valori prevalenti sono quelli dei mandati patriarcali. Prima ancora di nascere ci preparano a esser ciò che ci si aspetta che siamo come donne e come uomini e, in più, senza passare “oltre” a questa etero-normatività imposta.
Continua a leggere