Le Ragazze di Kabul di Roberta Gately

arton139901

Avete presente quando leggete un libro e una volta finito avete un intreccio di emozioni che non riuscite a descrivere? Che avete bisogno di giorni per capire cosa davvero vi ha lasciato? Per me questi sono i libri più belli. Quelli che trasmettono gioia, dolore, amore, compassione, senso di amicizia, di libertà, di lealtà, di giustizia. Sono quei libri che ti insegnano il senso del dovere, della fatica e del rispetto.

Ci ho pensato molto prima di presentarvelo, sicuramente molt* di voi lo avranno già letto. Ma questo libro non può passare inosservato. Merita davvero una recensione a 5 stelle, ed è doveroso ragionarci un pò su.

Brevemente la trama:

Elsa è americana, ha ventidue anni e fa l’infermiera a Boston. Dopo l’attacco alle Torri Gemelle decide che vuole fare di più e chiede di poter partire per una missione umanitaria in Afghanistan. Ogni giorno i suoi occhi vedono povertà, dolore, orrore e devastazione. La vita in un piccolo paese rurale è difficile. Poca corrente elettrica, assenza di acqua corrente, e soprattutto un paese con una mentalità aperta ma chiusa, che diffida dagli stranieri e ha paura dei talebani. Ma Elsa è una donna coraggiosa, non si arrende! Vuole rimanere e aiutare. Per farlo deve adattarsi ai costumi locali e indossa il burqa, senza però rinunciare alla sua grande passione: il rossetto.

Parween è una giovane donna, ribelle per natura, che non accetta il regime talebano. Infondo i talebani le hanno tolto tutto: suo marito, in primis che rimane ucciso. Lo stesso uomo che le ha insegnato a leggere, le ha insegnato l’inglese e la rispettava. Non è facile trovare un uomo così “aperto” di mentalità in Afghanistan, dove le donne sono considerate “niente”, dove le donne sono schiave dei mariti, e delle moglie più anziane dei mariti. Perché sì, purtroppo la poligamia non è illegale.

Il rossetto è un po’ il protagonista del libro. Quel simbolo femminile, di ribellione che permette alle due giovani donne di incontrarsi. Nasce quindi una splendida amicizia che permetterà ad entrambe di imparare molto ma soprattutto di insegnare alla popolazione del piccolo paese che gli stranieri non sono nemici, anzi!

Non voglio dilungarmi molto sulla trama, è un bellissimo libro tutto da scoprire, con delle bellissime storie d’amore all’interno. Amore tra partner, amore tra madre e figlia, amore per i figli, amore come amicizia.

Cosa mi ha lasciato questo libro? Continuo a chiedermelo. Un senso di pace prima di tutto. Al di là della morte, della distruzione e della rabbia per le cattiverie gratuite della mentalità ristretta e patriarcale dovuta all’ignoranza (le scuole non sono diffuse sia per gli uomini che per le donne. Solo nelle grandi città è possibile studiare) sono fermamente convinta che il bene vince su tutto. Così, dimostrando amore e rispetto per le tradizioni e la religione Elsa riesce a farsi accettare anche da chi le remava contro perché straniera e soprattutto donna.

La lotta infinita per le donne Afghane che cercano solo un po’ di riconoscenza. Queste donne non cercano la vita agiata. Cercano il cibo per sfamare i loro figli, la possibilità di camminare per strada senza bisogno di essere accompagnate da un uomo, la possibilità di studiare, di imparare. La cosa che mi ha più sconvolto è che una donna afghana è considerata acculturata se sa contare. Sì, esatto! Contare! Perché così può gestire il denaro, può pagare per la spesa giornaliera.

La donna che combatte per i propri diritti in questi paesi è un mito. Una leggenda. Ma queste donne sono forti e non si arrendono. Combattono la loro guerra giornaliera ogni giorno e con dignità.

Ne approfitto per segnalarvi un articolo molto interessante sulla HAWCA (Humanitarian Assistance for the Women and Children of Afghanistan), un’associazione che si impegna per la lotta alla violenza sulle donne e all’alfabetizzazione di queste eroine.

Valentina R.

Annunci

5 thoughts on “Le Ragazze di Kabul di Roberta Gately

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...