NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE

 

NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE TRAILER UFFICIALE

Alice vive a Roma. Una bella casa, un marito, un figlio di 9 anni, una vita più che agiata che le permette di avere la servitù in casa. Una servitù composta da extracomunitari che lei non si fa problemi a denigrare ogni giorno.
Un giorno il marito di Alice muore. Il marito le lascia tanti, troppi debiti, e Alice rischia di perdere tutto, finire in carcere e perdere l’affidamento del figlio. Non le resta che cercare aiuto.


Aziz, un suo domestico le trova una casa in un piccolo quartiere alla periferia di Roma. Alice non è certo abituata a vivere in povertà, tra gli extracomunitari, senza soldi. Deve trovare in tutti i modi un lavoro ben pagato per sopperire alle gravi condizioni e soprattutto non deve perdere il figlio.
Dopo vari colloqui decide che l’unica soluzione è quella è di fare la escort. Conosce quindi Eva, sua collega e mentore che la aiuterà ad iniziare questa carriera.
Nel frattempo Alice conosce Giulio, il proprietario di un internet point che sta fallendo. Tra loro nasce una splendida amicizia e poi un amore. Alice si ritrova a vivere in una realtà fatta di pochi soldi ma tanta solidarietà, rispetto e amicizia. I suoi vicini la sostengono, la aiutano a integrarsi. Un po’ il clichè tanto amato che chi ha i soldi è stronz*, chi non ne ha è dispost* a regalarti il cuore.
(Io penso che dipenda molto dal carattere delle persone, ma mi piace pensare che questa teoria sia un po’ vera…).
La vita va avanti, è faticosa, è dura, e Alice per non essere giudicata dai nuovi amici del quartiere e soprattutto da Giulio decide di tenere nascosto il suo vero lavoro e si inventa che lavora da Decathlon. La bravissima Paola Cortellesi (che adoro!) riesce a sdrammatizzare la pesantezza di quella vita e i sacrifici che deve fare per salvarsi.
Giulio però scopre ad una festa il vero lavoro di Alice e decide di lasciarla.
La giudica, non capisce, fino a quando Eva, per salvare l’internet point di Giulio gli presta i soldi di cui ha bisogno. I soldi “sporchi” guadagnati dal lavoro di escort. Quando Giulio accetta, finalmente capisce. La vita è un compromesso, nessuno ci può giudicare.

Questo film mi ha toccata profondamente.

Come afferma Matilde Asensi nel libro “L’Ultimo Catone”:

La vita non è fatta di blocchi bianchi e neri, ma di un mosaico multicolore dalla combinazione infinite, un cumulo di ambiguità, di sfumature interscambiabili che cercavamo di costringere in assurdi schemi di norme e dogmi.

Infondo è così. Si viaggia con i paraocchi. Non dico che possa essere davvero facile per un uomo accettare che la propria donna si prostituisca, ma bisogna sempre vedere il complesso, non il fatto estrapolato.

Chi può giudicare le nostre decisioni? Quali sono le regole da seguire per non essere giudicati?

Non ce ne sono. Qualunque cosa faremo, dalla più insulsa alla più eclatante, ci sarà sempre qualcuno che dirà “ma lei… ma lui…”

Forse dovremmo smetterla di giudicare e cercare di capire le azioni degli altri. Forse dovremmo semplicemente fidarci.

Io non sono perfetta. Anche io a volte giudico senza sapere (e poi mi sento un’idiota), o a volte ho paura dei giudizi delle persone a cui tengo, paura di non essere capita.

Questa mentalità così chiusa, patriarcale, in cui siamo vissut* sin da quando siamo nati e che ci hanno inculcato nella testa, è difficile da abbattere.

La linea guida è solo una: fai quello che ti pare, la vita è tua, e decidi tu.

Trovo un po’ utopico affermare

La più alta forma di intelligenza umana è la capacità di osservare senza giudicare.

 (Jiddu Krishnamurti)

Giudicare purtroppo fa parte della indole umana. Ma la differenza sta nel giudicare le situazioni e distinguerle dalle persone. Infondo è questo l’errore che facciamo tutti. Nella mia imperfezione vorrei un giorno arrivare a non giudicare mai le persone, ma solo le situazioni.

Valentina R.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...